accedi   |   crea nuovo account

me so rotta i marruni co certi ommini

Siccome in pubblico lavoro,
devo da esse educata
e quanno atteccheno l’ommini
er bottone,
me tocca risponneje co educazione.
Da na settimana a sta parte,
me capita sempre uno
che co mille scuse,
me fa na corte ad arte.
Io nun so interessata.,
nun cedo alle lusinghe,
tanti omini me infastidiscono
come quanno co e medicine
tocca fasse e siringhe.
Cuscì l’andro jorno
m’ha dimmanato er numero de cellulare,
a cena me volia portare,
ma j’ho risposto
che manco lu conosco
e nun era er caso
er numero da dà.
Lue allò ha cuminciato a parlà,
me dice che è divorziato,
co tante femmine ha fallito,
che me vede sempre a mattina,
che ancò so giovane
come na signurina.
Io l’ommini li lascio sempre parlà,
drizzo le recchie come er cane,
pe capì se so seri o so infame,
cuscì a natura sua ha svelato,
quando m’ha rivelato,
che dopo a cena
a posto der gelato,
a letto m’avria portato.
So stata er gioco
buca jo dato,
all’appuntamento che m’ha dato.
Me so rotta
de sta mentalità provincialotta,
che vede a divorziata
come terra pe na scopata,
cuscì senza sentimento
come fossi n’oggetto der divertimento.
Oggi er monno va cuscì,
se mettono li sentimenti a durmì,
e pe esse er buco de uno senza amore,
preferisco, scusateme, piamme un vibratore,
se cedo a uno poi se spanne a voce
e dopo, ciò più pace?
Piuttosto de divenna una monica de clausura,
getto via a chiave de a mia fessura,
nun me venno senza amore,
ciò un sogno dendro er core.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Vincenza il 26/06/2012 15:05
    È veramente bella, soprattutto tocca un argomento molto più delicato di quanto apparentemente non sembra. La struttura della poesia è piacevolmente dialettale e ben corposa. Si legge tutta d'un fiato. Sebbene il divorzio in Italia sia arrivato già da un bel po' ancora si devono superare certi pregiudizi di bassa lega che purtroppo accompagnano anche le vedove che dopo il loro lutto (diverso dal divorzio anche se poi sempre lutto è si vedono allontanate dalle altre donne (alla faccia della solidarietà perchè temono che possano, le vedove e le divorziate, rubare i loro uomini i quali dal canto loro sono votati alla superficiale consolazione. Insomma nella realtà di queste situazioni basterebbe pensare che le vedove e le divorziate sono donne forti che o per aver subito una sorte o per averla scelta sanno affrontare da "sole" la vita. Quindi Signori uomini RISPETTO uguale a quello che voi volete e che vorreste fosse fatto alle vostre mamme e sorelle.
  • matteo picuti il 29/12/2009 15:08
    quanto non mi ci vedo tra gli uomini, sempre i soliti cafoncelli di provincia... ah lorè, te pozzo ice na còsa? tu che mme capisci, manna a llu paese tutti sti bellimbusti che je piace dde fa na còsa sola, pijatte pei fondelli e riggiratte come 'mpedalino...
    FEMMINE, FATEVI RISPETTARE.
    e ve lo dice un maschietto.
  • Giuseppe Bellanca il 30/06/2009 07:44
    Gira e rigira sti cavolo di maschietti che ti ronzano intorno sono attratti dal tuo profumo di donna... mmmm... buono... ma un vibratore non ha ne corpo nè anima... puoi sempre chiudere gli occhi:.-) splendida poesia e come sempre a rimetterci sempre il sesso debole "L'UOMO"... ciao
  • augusto villa il 29/06/2009 21:42
    Bella e simpatica poesia... Pero' per dirla tutta..."non è un delitto passare una piacevole serata... anche solo sotto il profilo sessuale"... evidentemente non era un granchè... Non credo che i maschietti siano più opportunisti delle femminucce... Penso sia una cosa da sfatare... Anche perchè a 50anni di donne ne ho conosciute... e devo dire che ho trovato parecchia superficialita' e ipocrisia in esse... Il tipo in questione l'ho trovato sincero...(forse troppo)... dote che sempre meno si trova nelle donne...
    Comunque ripeto: piaciuta.
  • Anonimo il 29/06/2009 20:34
    SPETTACOLARE LORETTA...
    bellissimaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa... fare circolare donne... hehehe...
  • Fabio Mancini il 29/06/2009 16:11
    Finché una donna si mantiene bella e attraente, mi sembra naturale che sia desiderata dagli uomini. La bellezza e la grazia femminile, aprono molte porte che alle donne brutte e sgraziate sono precluse. Mi sembra di intuire che nonostante l'età matura, dai del filo da torcere anche alle donne più giovani di te, e ciò dovrebbe inorgoglirti, oltre che farti ringraziare la natura che con te, mi sembra, sia stata abbastanza generosa da non farti passare inosservata. Forse sarebbe stato peggio, se nessuno ti notasse. Non credi? Ma tu oltre ad essere una bella donna, hai anche altre qualità intellettive. Forse hai incontrato uomini che si sono innamorati molto delle tue "curve" e poco della tua creatività e della tua dolcezza. Voglio dirti che quegli uomini esistono... Un bacio, Fabio.
  • Vincenzo Capitanucci il 29/06/2009 07:31
    Da Omo sapiens... stiamo turnando... a Omo Erectus... una bella evoluzione a ritroso...
    Omo come lava... vulcanica...
    Grande L'or... per capì se so seri... o se so... in-fame...
  • Anonimo il 28/06/2009 21:29
    Sei divertentissima e quello, la buca, se la meritava proprio!!
  • Anonimo il 28/06/2009 21:19
    almeno è stato sincero..
    lettura divertente e simaptica
  • Anonimo il 28/06/2009 21:02
    Grandeeeeeeeeee Loretta!!! Brava brava!!!
  • Anonimo il 28/06/2009 19:25
    che spettacoooloooooooooooooooooooooooooooo io impazzisco quando scrivi "cuscì"... lo adoro! un bacione daria
  • Anonimo il 28/06/2009 18:51
    .. strepitosa donna..
  • Donato Delfin8 il 28/06/2009 15:10
    Fantastica in romanesco come sempre Lory!! Spassosissimissima!!
    Bè oggi si chiede il cell.. ieri il piccione viaggiatore... solo tecnologicamente avanzati
    Attenta a dove lanci la chiave!
    "lascia aperta la porta del cuore.."
  • giuliano paolini il 28/06/2009 14:43
    è che forse piaci ancora tanto che tutti ti vogliono

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0