accedi   |   crea nuovo account

Equilibrio

Vivo
pericolosamente
a testa in giù
con le mani poggiate
sul perimetro circonferenza
della vita...
e,
quando ritorno normale
poggio i piedi
ai lati del diametro
che la taglia in due:
avrò il giusto equilibrio
affinchè la botola non s'apra
trascinandomi nel vuoto dell'indifferenza?

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Giusy Grasso il 25/08/2010 23:34
    Bella. Molto profonda. Complimenti!
  • Cinzia Gargiulo il 08/07/2009 14:43
    Non credo che tu possa essere mai trascinato nel vuoto dell'indifferenza.
    Bellissima poesia!
    Bacioni...
  • Anonimo il 29/06/2009 21:23
    .. l'equilibrio instabile lo spezzi nel momento in cui riassumi la tua posizione.. e i piedi
    al lato del diametro tengono bel salda la bottola.. a volte e' necessario guardare al
    contrario.. penetrare la radice.. per riposizionare le cose..
    le TUE parole dicono altro e non conoscono l'indifferenza..
    Splendida PRINCIPE.
  • Donato Delfin8 il 28/06/2009 14:55
    bravissimo come sempre!
    rispulcio acrostici sui tarocchi.
    grazie
  • loretta margherita citarei il 28/06/2009 14:52
    molto bella ricorda gli arcani maggiori dei tarocchi, quell'appeso a testa in giù, che simboleggia un equilibrio precario.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0