PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fanciullezza

Con la mente sgombra di inquietudini
mi volsi un dì alla finestra
ove prontamente inalai l'aria tiepida della sera
allorquando udìì nell'oscurità nascente
una leggiadra melodia di zampogna
plasmata da un misterioso sognatore
al d là dei palazzi in qualche improbabile luogo

Mi sovvenne allora un sogno fatto tanto tempo or sono
in cui la mia ancora fanciullesca coscienza
si librava con leggerezza
fra una moltitudine
di costellazioni vermiglie, eburnee, verdazzurre, argentee

In quel tripudio di beltà
la mia anima incorporea sondava le maestosità solenni del cosmo
e spazio tempo dimensioni si fusero
e li vi rimasi annientata;
sogno realtà
tutto era davanti a me
come un caleidoscopio da scrutare

E poi solo pace, silenzio, immensità

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • karen tognini il 22/12/2009 23:28
    anche questa è molto bella, brava, mi ha lasciata una bella sensazione...
  • Anonimo il 02/07/2009 00:57
    bellissima letta d'un fiato brava
  • Aedo il 01/07/2009 23:32
    Ricordi che lasciano un segno nell'anima... la limpidezza di un sogno, che ancora colora la tua vita... Bravissima, Linda!
    Ciao
    Ignazio
  • Anonimo il 01/07/2009 21:59
    .. molto brava Linda.. fusione di spazio e tempo.. e toccare la maestosita' del cosmo
    rapita da tanta grandezza.. e davanti pace e silenzio e tu parte di questo
    uno.. unoversale immenso.
    Ciao Aurora
  • loretta margherita citarei il 01/07/2009 20:35
    scritta bene piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0