accedi   |   crea nuovo account

Selvaggia

La musica è una selvaggia forma sinuosa che danza al tuo cospetto senza esserti dinanzi.
Si muove astuta nei tuoi pensieri, se chiudi gli occhi la senti, se chiudi le orecchie la senti lo stesso.. nel cuore.
È ovunque e non puoi fare niente per arrestare il suo trottare invadente nelle tue molecole vitali; è in tutte le cose fai, dici e vivi. Poi qualcuno di tanto in tanto la racconta meglio questa cosa, cercando di immagazzinarla in un'ennesima interpretazione del suo ego (... nascono le canzoni, produzioni, remix, testi, accordi, notti insonni, viaggi immensi).

Gli artisti sono i suoi schiavi felici di esserlo; con la sete di lei, senza mai essene dissetati, continuano a darle dono del proprio tempo e del proprio sapere. Dolce, amara, selvaggia, sa legger in loro ogni pensiero e segreto radicato.
Loro non le sfuggono, oh no! Ne sono
accecati,
coinvolti,
persi,
immersi!

Desiderio proibito di ogni essere umano che non può resistere al tuo maledetto fascino, come un'amante che cambia, che non ha mai finito le sue carte da giocare, che non ha mai finito di farsi scoprire. E con gioia la spogliano coloro che hanno il coraggio di farsi trascinare da essa.
Selvaggia essenza indefinita. secoli di studio e ricerca per seguirti ovunque ed oggi siamo ancora qui a essere tuoi schiavi.
Per sempre, felici di esserlo.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Adamo Musella il 07/09/2008 14:09
    Le emozioni suscitate da questa musa sono infinite... inutile il controllo, al suo cospetto il nostro corpo segue un'unica strada... la sua Un poesia molto musicale cara Mary baci
  • Claudio Amicucci il 04/07/2007 15:56
    Mary, la mia non era una critica forte, ma costruttiva, ti ho sentita.. come dire, e, continua ti prego, scrivi ancora, anche di malinconia. Se leggi i miei scritti giovanili ne troverai tanta. Un caro saluto Claudio
  • MaryShee Z. il 03/07/2007 20:53
    ah cmq sì.. è vero che la malinconia ritorna spesso nei miei scritti, ma la lascio scorrere e a volte mi dimentico che oltre a scrivere per me, c'è anche il lettore.. Ma come dire per me Quella malinconia non è distruttiva.. come altro dire: mi piace molto quello che scrissero anche poeti maledetti e tormentati.. questo mi ritorna in quel che sento nell'amore. Credo sia un dolceamaro che mi piace. Sì.. ho 24 anni.
  • MaryShee Z. il 03/07/2007 20:49
    grazie
  • Claudio Amicucci il 03/07/2007 16:42
    Trovo il contenuto molto poetico, la forma forse un po' prosaica. Nel senso che mi sembra più una riflessione che una poesia: e guarda che io sono un ex -musicista. Ti sto leggendo e ti leggerò ancora anche se ti ho trovata sempre carica di malinconia. Dalla tua scheda non traspare la tua età però penso che tu sia giovane: dai un po' d'allegria, di ottimismo e voglia d'amare ancora non guastano. Ciao Claudio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0