PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La dura via di una vera realtà d’essere

Nel tuo ultimo lacerante niente
quando tutto in te-si è spezzato
nel buio

d’incanto appare
dal tuo forte diroccato

nella sua splendente grotta

la dolcezza di un immenso bambino

seduto sorridente giocante
Ti guarda con due occhi d’infinito amore
con i pezzi dei tuoi cubi universali
fra le gambe

intento
a ricostruire il mosaico
d’un castello d’essere

d’istanti umani divini
conosciuti solo da Lui

Sai
ne ha la concreta certezza il tuo corpo
non ti abbandonerà più
portando i tuoi tempi nei cieli

di una nuova sovrana assoluta coscienza terrestre

eterna

nel Suo divino modo di esserti Amico

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 24/07/2011 00:11
    Woow, davvero bella ed emozionante... Complimenti
  • Anna G. Mormina il 04/07/2009 17:17
    ... mai come in questo momento ho bisogno di vedere quella grotta e la dolcezza di quell'immenso bambino!... molto bella!!!!
  • loretta margherita citarei il 04/07/2009 15:32
    hai un anima stupenda
  • Aedo il 04/07/2009 13:36
    Dal niente come consapevolezza di sé all'espansione suprema della propria anima. Bravissimo!
    Ignazio
  • cesare righi il 04/07/2009 11:09
    bella, bella, bella. tu come il quarto REmagio
    ciao buona giornata Vince
  • Anonimo il 04/07/2009 10:47
    .. anche questa Vincenzo fra i preferiti
    grazie Aurora

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0