accedi   |   crea nuovo account

vita

"Inesorabile scorre la vita,
effimera, amara e triste.
Nasciamo, viviamo e moriamo
come un fiore che
apascisse
piano piano.
Le radici degli ideali vacillano
soto la pressione esterna,
sbagliata e crudele.
Pregiamo per un Dio
inesistente, capace di
mentire e sfruttare l'animo
buono delle persone.
Per noia, egoismo e avidità,
uccidiamo, sfruttiamo e
violentiamo.
Odio, rancore e frustrazione.
Nulla della vita
pare arrestarsi a ciò.
L'amore viene
ingannato come durante
una roulette russa.
Sbagli e sei fregato.
Il male regnerà
vincerà e sopprimerà
tutto e tutti,
nessuna distinzione
per nessuno.
Almeno lui
è ancora imparziale"

 

1
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 02/02/2014 19:31
    Elisa, vuoi un commento? M'è piaciuta assai, ma io che sono poco studiata te dico che devi tornare a scuola per certi errori...
    Caruccia, brava.

6 commenti:

  • Elisa Pisotti il 28/05/2014 15:57
    XD questa l'ho scritta quando avevo 16 anni, è stata fatta leggermente tanti tanti anni fa
  • Elisa Pisotti il 03/02/2014 18:28
    avevo 15/16 anni quando l'ho scritta.. ora ne ho 23..
  • Adamo Musella il 07/07/2009 00:55
    I colori della vita, dalla luce alle tenebre. complimenti Elisa
  • Elisa Pisotti il 06/07/2009 11:16
    questa poesia l'hop scritta, mesi che furono, dopo che il mio ragazzo mi aveva mollato. Per quello è triste e un pochino strana
  • laura cuppone il 06/07/2009 00:27
    una visione che sembrerebbe convincente..
    scritta secondo me come riflessione d'una febbricitante conquista della totalità... del tutto... che vista l'età della poetessa scende in un bicchiere come medicina amara e non pertanto come Veleno.

    non intendo sminuire nella maniera più assoluta l'unico motivo che qui leggo se non quello di denudarsi del sé e di un vestito troppo leggero perchè non voli via in fretta... quindi non intendo nemmeno criticare le idee altrui o cercare di smontarle solo perchè potrebbero esser frutto d'una "tenera" età...
    ma piuttosto mi vien da pensare
    come un dolcissimo e lieve profumo di primula possa già sentire tra le radici l'odore acre del concime.. come fosse inevitabilmente la causa e l'effetto d'un ritorno al nulla senza speranza... e non solo come una osservazione dietro a una finestra.

    Laura
  • loretta margherita citarei il 05/07/2009 13:18
    sono credente, rispetto le tue idee, ma avendo sofferto molto nella vita mai mi sono votata alla negatività, ho avuto sempre fiducia e speranza. ti auguro che questo tuo periodo nero passi presto a rileggerti nel sorriso smile

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0