PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Assenza

Pulsa la tua assenza
nel'orologio che scandisce le ore
troppo lento, eppure
insaziabile divoratore di attimi.
Palpita nel mio petto,
spodesta il cuore, penetra nell'anima e
perpetua il palpito ecchegiante
nel pesante vuoto che lasci.
Ecco,
provo a colmarlo col pensiero di uno
sguardo, basso nella notte;
ritorno ad inondazioni di
emozioni, umide ancora di vita
straripate quando sfiorasti la mia mano.
Pulsa la tua assenza,
nelle tempie, nelle vene,
ora
al ritmo della gioia
di averti vissuta
dell'emozione di poterti
vivere ancora.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Lilian Fly il 14/01/2010 22:41
    bellissima... spodesta il cuore, penetra nell'anima... al ritmo della gioia di averti vissuta, dell'emozione di poterti vivere ancora... complimenti
  • Francesco Nicola Petti il 08/07/2009 00:47
    Seppure molto semplice, è una di quelle che mi fanno ritornare passioni più forti.
  • Vincenzo Capitanucci il 06/07/2009 07:23
    Nel mio orologio interno... batte.. in emozioni... in speranza.. la tua Ora...

    Molto bella... Francesco... umide ancora di vita...
  • Anonimo il 05/07/2009 20:13
    letta con piacere
  • loretta margherita citarei il 05/07/2009 14:24
    ben descritta l'assenza piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0