accedi   |   crea nuovo account

Tristi Realta'

Leggiadra correi verso il sole
in un timido giorno di Maggio
nelle mani un mazzo di viole
del mio amor, solo un piccolo assaggio

e i tuoi occhi guardavan ridenti
a un futuro di felicita'
ma il mio cuor era pieno di stenti
ossevando la triste realta'

eh si perche'

ogni uomo e' pieno di affetto,
e romantico sa divenir
ma le tue gambe nel letto
non posso aprirle col cric.

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 28/08/2015 04:36
    apprezzata... complimenti.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0