accedi   |   crea nuovo account

Un pomeriggio d'estate

In questa assurda calura
bruciano residui mutamenti
stagna l'avventura
marmoreo il mare delle idee.
Bianco, sempre bianco
il cielo della stanza
bianco, sempre bianco il talamo muto
distratto dal ritmo pendolo
di ginocchia unite e distanti.
Un confuso silenzio
avvolge l'estasi sognata,
tutto,
mentre tutto non accade più
in questo pomeriggio
che non passa mai.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Donato Delfin8 il 23/07/2009 12:07
    Piaciuta
  • Anonimo il 10/07/2009 22:02
    .. Splendida Marcello.. riesci ad esprimere con maestria il tuo sentire.. in un tempo
    che sembra fermarsi finoa trattenere il rispiro .. in una solitudine in abito bianco
    come il cielo nella stanza.. le vene bianche del marmo e il talamo.. mentre tutto non accade più.. triste sentire di un pomeriggio che non passa più
    Bravo Principe.. questa la conservo
  • Cinzia Gargiulo il 08/07/2009 14:50
    In un interminabile caldo pomeriggio estivo i pensieri avvolti dal silenzio volano verso l'estasi sognata... Bellissima!
    Bacioni Orso Marcello... esci dalla tana e dammi tue notizie...
  • Vincenzo Capitanucci il 07/07/2009 03:53
    Un bel marmo... Marcello... con venature d'estasi...

    Bellissima...
  • Anonimo il 07/07/2009 00:28
    bellissima... letta con piacere

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0