accedi   |   crea nuovo account

Sola

Spiragl di luce filtrano
dietro nuvole cariche di acqua sporca,
un sole tiepido
cerca invano
di scaldarti
almeno in uperficie...
ma sei sempre bella
e sempre bella resterai,
come quella volta
che ti ho visto sola,
sola tu ridevi
sola tu piangevi
sola isterica insistevi
sola, dentro la stanza
sola, ma con la speranza
sola, cammini per strada
sola, ma sola non sei...
e mentre tutto tace
il fruscio del vento squote
foglie d'autunno
ormai cadute a terra
e nella mente
un continuo pensiero
si fa breccia lentamente
sola...
fai tua la vita degli altri
e quando torni a casa
non sai più chi sei
perennemente assorta
nei ricordi altrui
e quando torni a casa
non sai più cosa vuoi
sola...

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 26/07/2009 15:45
    Molto bella.
  • Ugo Mastrogiovanni il 09/07/2009 10:42
    La sensazione che deriva da questi versi è il concetto del non possesso e del distacco che permea l’autore, ove quel che vale è contemplare e attendere, a tal punto che egli si fonde in queste e trova la ragion di comporre.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0