accedi   |   crea nuovo account

I vicini di casa

Dalle 14. 00 alle 16. 00
puntuale terremoto
fuori scoppia caldo afoso
riposar... non se ne parla!!.
Sbatte porta... sbatte sedia
strilla il pupo rompiballe
urla nonna e pur la mamma
pover me che li ho di fianco.
L'altro dì fui diplomatico
con sorriso in cartapesta
glielo dissi in gentilezza
“” IO MI DEVO RIPOSARE...!! ””
Con la faccia da sorpresa
mi han guardato come un' UFO
han pensato ch'ero matto
e alla fine lo farò.
Mamma mia che brutta cosa
l'ignoranza che s'ignora
non c'è mal peggiore o peggio
dei vicini irrispettosi.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Donato Delfin8 il 23/07/2009 12:06
    Simpatica. Bravò
  • Cinzia Gargiulo il 12/07/2009 18:36
    Non ne parliamo di vicini di casa rumorosi e irrispettosi!!!...
    Poesia che esprime una grande verità in maniera molto simpatica.
    Baci...
  • Anonimo il 10/07/2009 22:08
    .. per questo ho scelto una casa isolata... però fossi in te.. stamperei la poesia
    la metterei dentro una busta.. busserei garbatamente alla loro porta..
    '' c'e posta per voi''..
    prova...
    ... mi hai fatto sorridere
    ciao Principe..
  • Vincenzo Capitanucci il 10/07/2009 05:38
    Vicinanze... rumorosamente moleste...

    Piaciuta molto Marcello... io alzo la musica rock... dei Deep Purple... e dopo un po' tutto tace... eheheheh..
  • loretta margherita citarei il 09/07/2009 21:39
    se vieni dove abito io, ti strapperesti i capelli
  • Anonimo il 09/07/2009 20:48
    se vuoi facciamo cambio con i miei, di vicini.. ma non so se ne guadagneresti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0