PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Agosto: regali delle stelle

Affacciata sulla porta dei miei giorni,
con sorriso malefico e beffardo,
sembravi presentarti come un'estate pessima.

Ma poi, nel sbocciare del tuo tempo,
mi regalasti stelle ed angeli;
Magici sorrisi e venti nuovi.

E il dì della notte inaspettata
incontrai i tuoi occhi neri,
che per attimi scansai
ma che nella fioca luce mi cercarono ancora..

Qualcosa di te mi aveva rapito
e da quell'istante ringraziai l'estate;
bugiarda e meravigliosa allo stesso tempo,
donatrice di illusori sogni dal volto mediterraneo.

Niente ebbe un senso da quella sera
ma ci incontrammo per continue mosse inaspettate
e fu come conoscere le tue labbra da sempre.

Un regalo delle stelle che scese per me
allietò delle sere e dei vecchi dolori da archiviare;
allietò il mio cuore e colorò la mia anima.

Stasera, rivolta al cielo
mi chiedo dove sarai e se mai ci rincotreremmo
accorciando queste distanze
e sognando di nuovo come le notti d'agosto.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 26/10/2009 22:34
    mi piace tanto e mi ci ritrovo, nel feeling espresso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0