PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cannibali

Perse fierezza e dignità
le genti si apprestavano
ai banchetti miserabili.
Congiunti cannibali
si sostentarono con le carni
dei loro cari
e sorridevano alienati
ai testimoni paganti.
Dal gruppo un vecchio senza vaghezza
trascinò la spoglia
fin sulla soglia dell’arena
e rivolto agli astanti:
“se lor signori desiderano
con la sola aggiunta di due oboli
possiamo mostrarvi l’uccisione
di un bambino”.
I testimoni paganti delirarono
e misero mano ai portafogli.
Una porta si chiuse
e mai più riaprì.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Anonimo il 29/09/2010 09:26
    Una domanda: ma quello che hai scritto può essere ragionevolmente collocato nella categoria 'poesie'?
    A me pare soltanto un raccontino horror dove si va a capo di continuo.
    E ancora. Che cosa si vuol dimostrare con questo scritto? Qual'è la morale che se ne dovrebbe ricavare?
    Sono sconcertato da questo tuo scritto e dai commenti entusiasti che leggo sotto.
  • laura cuppone il 22/07/2010 15:51
    un pugno nel mio stomaco stamane...
    intensissima...

    ...
    inspiro...
    ok forse ora va meglio...
    Laura
  • Nicola Saracino il 21/02/2010 12:24
    Tutto vero, l'uccisione del bambino è sempre sotto i nostri occhi, le nostre abitudini indifferenti. E paghiamo, certo che paghiamo, per vedere ucciso il bambino che è in noi. N
  • augusto villa il 29/12/2009 22:27
    Bravo, Complimenti!...
  • Andrea Ortelli il 10/12/2009 17:46
    MAA... strana poesia
  • Anonimo il 09/12/2009 16:53
    Ah, questa è poesia. Nuda e lapidaria. Mi piace.
  • Anonimo il 04/11/2009 15:44
    Intensa e cruda. Bella e ben scritta. complimenti
  • Luca Benetti il 29/10/2009 02:46
    heilà Rocco.. anche tu da ste parti?? io mi sono appena iscritto..
    molto bella questa.. complimenti..
  • Anonimo il 27/08/2009 10:56
    Crudele ed insano pasto, impensabile realtà, ma basta guardarsi intorno per accorgersi che tutto questo sta gia accadendo. Intensi contenuti e molto ben scritta.
    Un saluto Lisa
  • Anonimo il 15/07/2009 02:05
    .. finché non ci sia più fame, o porte. Ciao Rocco, piacere di trovarti qui.
  • angela ambrosini il 11/07/2009 16:55
    molto dura ma colpisce mi piace
  • loretta margherita citarei il 11/07/2009 16:54
    complessa come poesia, ma la crudeltà umana si ripete sempre nella storia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0