username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Figli

Questi figli
e i figli dei figli,
bambini, ragazzi, uomini, padri.
Ladri di libertà, pensavo,
quando primavera rinverdiva i tigli
e rifioriva il pesco.
Non son per me,
moriva il mondo boccaccesco
quando ci pensavo.
Non credevo fosse dovuto, abituale,
saggio, sacro e naturale.
E bivaccavo.
Al calar della sera,
ora che son di notte equipaggiato
li ritrovo perennemente accesi
lì da sempre scolpiti nella mente;
e splende il giorno quando son vicini
discesi col chiaror dell’aurora,
mai adulti, ancora bambini come allora.
Un ben di Dio questa stirpe mia
e che li benedica e così sia.
(Giugno 2009)

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • lucia cecconello il 25/08/2009 20:09
    Molto bella, Ugo... delicata, bravissimo,
  • Anonimo il 20/08/2009 21:46
    È bello ricordare quando ti rubavano il tempo... è ancora più bello averli accanto... persone mature... capaci di ridarti quel tempo!!!!
  • giuliana marinetti il 16/08/2009 16:23
    Caro poeta, meravigliosa dedica, i figli splende il giorno quando son vicini, veritiere parole!
    Un saluto Giuliana
  • M. Vittoria De Nuccio il 08/08/2009 12:20
    Bella.
  • Marcelllo Barbuscio il 23/07/2009 14:31
    AMORE ALLO STATO PURO... Un saluto rispettoso, Marcello
  • Sarah K. il 22/07/2009 15:18
    che bella dedica!!!
  • ANGELA VERARD0 il 22/07/2009 12:41
    ma che bella!!!
  • Shabui. il 14/07/2009 21:45
    Mai adulti... solo cresciuti. Quale gioia poter essere, in prima fila, ad assistere allo spettacolo dolcissimo della vita...
    Saluti.
    Shabui
  • Andrea Zotta il 14/07/2009 18:15
    Molto ben scritta.
    Bella dedica.
  • Anonimo il 13/07/2009 21:31
    Ugo è bellissima.

    Monica
  • Antonio R. il 13/07/2009 09:09
    Bella, chiara e ben scritta!
  • Anonimo il 12/07/2009 19:22
    L'osservatore che ora ha tempo per osservare mira la sua opera compiuta: dare la vita.
    Versi meravigliosi, ma non avevamo dubbi.. Ciao!
  • claudia checchi il 12/07/2009 17:23
    versi unici, scritti con maestria... sei bravissimo ugo.. un abbraccio claudia.
  • Vincenzo Capitanucci il 12/07/2009 02:24
    Discesi... con il chiaror... dell'Aurora... Angeli... figli di Dio...

    Grandissimo Ugo... una sacra Famiglia... e splende il giorno... quando sono vicini...
  • Nicola Saracino il 12/07/2009 00:57
    Scoperta e riscoperta del rinnovamento in un chiaro susseguirsi di parole. Grazie Ugo.
  • Aedo il 12/07/2009 00:30
    Nella tua poesia descrivi con maestria stilistica le emozioni di chi osserva i figli con affetto e dedizione. Mi piace molto il verso, in cui li ritrai come "ladri di libertà", forse nel senso che tutti loro tendono a conquistarsi qualcosa, a cui forse non arriveranno pienamente. Bravissimo!
    Ignazio
  • Anonimo il 12/07/2009 00:16
    bella sincera e ben scritta
  • Cinzia Gargiulo il 11/07/2009 22:51
    Versi delicati ed eleganti che contraddistinguono sempre le tue poesie.
    Bravissimo Ugo!
    Un abbraccio...
  • loretta margherita citarei il 11/07/2009 20:53
    bella, scritta bene, con eleganza

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0