accedi   |   crea nuovo account

Poeta senza catene.

Menzogna
una soggettiva di quella tua ottica
mai condivisa.

Tu pazza,
tu, derisa.

Per quel pensare in versi
resti sospesa
insensata accozzaglia di cose rotte.

Non si pensa,
la poesia,
non si scrive
non ha un senso nominare un sentire.

Poesia può essere se somiglia a un traboccare
o fortemente,
con la stessa dignità
se con una sola si può dire.

Poesia, non è mentire
per chi scrive o per chi legge
è libertà conquistata per quel diritto ad
immaginare,
così liberi di interpretare,
di riconoscersi o no
in quel essere,
senza dire.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 18/07/2009 20:07
    Ho rischiato tutto, quando ho deciso di tiirare fuori il mio vero sentire,
    quando ho deciso di spogliarmi completamente, anche se sono stata derisa e considerata una un po' strana...
    Ma ho deciso di non mentire più a me stessa.
    Grazie per questa tua poesia Rexia
    Angelica
  • loretta margherita citarei il 14/07/2009 20:30
    condivido brava
  • Fernando Biondi il 14/07/2009 18:06
    ti applaudo e ti condivido in pieno, bellissima
  • Dolce Sorriso il 14/07/2009 16:04
    un applauso
    brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0