PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nata

Improvvisamente
l’estate scorsa
qualcuno mi ritrovò
tra ciottoli bianchi
che non avevo più carne addosso
che erano stracci i resti
delle mie ultime vesti

Nel riverbero atmosferico
d’un caldo colossale
s’erano perse le tracce della mia ombra
e qualcuno mi cercò per le salite discendenti
di una città senza nome
senza genti


Nel mio passato esistere
qualcun’altro può ancora giurare
che si intravide un volo tra le rocce
forse un soffio di vento trasalì le foglie
come espressione ridesta delle stelle

-Le stesse fattezze che concessero alla pioggia
d’esser Figlia e Madre generosa
d’ Unico Padre anonimo di nome
d’un pianeta d’indiscusso
colore non colore-

Improvvisamente
nelle mie passate mani
domiciliai apolide
tutte le specie possibili
accontentando la parabola insolita
d’un liquido inoculato
nel percorso istrionico
delle mie vene
sconosciute e viola

Mi è ancora consentito
chiedermi
ma mai risponder con chiarezza
e succederebbe allora ancora meraviglia
di pugni chiusi e urla
tenute per i piedi
un primo pianto devastare l’aria
ed occuparla
per morirne
nata

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • laura cuppone il 18/07/2009 01:50
    grazie augusto.. e sorella...
    un bacio grande!
    lau
  • augusto villa il 16/07/2009 17:58
    È bellissima... Trascinante... e scritta bene... e soprattutto... Vera!
    Ciao Splendida Fatina!...
  • Ruben Reversi il 16/07/2009 15:24
    Versi intensi di rimembranze e metempsicosi d'amore. brava Ruben
  • Anonimo il 16/07/2009 01:10
    Ogni istante sempre per sempre comunque
    ora insieme
    un bacio
    Angelica
  • laura cuppone il 15/07/2009 23:52
    nascere... morire... rinascere... ci succede ogni istante... se pensiamo alle volte in cui.. non ci riconosciamo o a quelle in cui ci ritroviamo...

    un abbraccio senzafine.
    Laura
  • nicoletta spina il 15/07/2009 23:10
    Quando sei nata si è accesa una stella... e ora brilla nei tuoi occhi e in quelli che leggono i tuoi splendidi versi... emozionando. Un abbraccio
  • Anonimo il 15/07/2009 19:38
    .. posso dirti che e' un piacere leggerti.. sei sempra una cascata di emozioni..
    bravissima
  • Anonimo il 15/07/2009 15:09
    ti entra nel cuore... bravissima
  • Anonimo il 15/07/2009 14:58
    Tu sei un miracolo che si rinnova ogni giorno, per poi morire al sopraggiungere del sonno. E la mattina, ridestandoti, rinasci a nuova vita col solo scopo di donarci la meraviglia del tuo scrivere, con le sue emozioni, brividi ed un'umanità che trascende il mio essere uomo. GRAZIE.
  • loretta margherita citarei il 15/07/2009 13:32
    credo che tu sia straordinaria, emozioni a leggerti, la bellezzza non si commenta si gusta.
  • laura cuppone il 15/07/2009 12:21
    non é purezza, Anna, ma solo un prodotto.. il prodotto di se stessi...

    siamo anelli di catene... e catene da rompere...
    proprio così...

    un bacio
    grazie!
    Laura
  • Dolce Sorriso il 15/07/2009 08:47
    ci sono poesie cara Laura
    che nel leggerle mi danno un tuffo al cuore,
    mentre i brividi solcano la mia pelle,
    che dirti... sei brava e la tua anima pura esce fuori
    in ogni tua parola.
    Poesia di grande effetto
    bella.
    un abbraccio
    Anna

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0