accedi   |   crea nuovo account

L’anima delle cose

Quella fontana di pietra vissuta
conosce ancora la forza
dello spirito che la anima

non è lagrima quella che scende lentamente
ma il cuore di chi la costruì
chiamandola amore

solitaria nel giardino di Rosa
immobile nel pensiero attende
una speranza che possa sgorgare

qualche solitario uccellino
assetato
sfugge agli artigli del gatto

la solitudine di Rosa
disseta l’anima
al dolore rimasto

io guardo smarrito
ed una sola certezza mi resta
quella fontana non è morta

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Donato Delfin8 il 19/07/2009 07:23
    piaciuta
  • Fabio Mancini il 18/07/2009 15:15
    Molto carina. Ciao, Fabio.
  • Vincenzo Capitanucci il 18/07/2009 06:01
    No... quella fontana è bella viva... in Cesarei... zampilli... aprenti il ventre della notte...
  • Anonimo il 17/07/2009 23:59
    molto bella... una lettura piacevole per contenuto immagini e linguaggio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0