accedi   |   crea nuovo account

Er tabbellone d'autostrada

Er tabbellone stavà là su l'autostrada.
Piantato da n'operaio pe quarche cojone,
ricordava a la nazione,
"sto mese ducentodieci morti va piano bada".

A guardallo er soriso se fa fino,
te dimme si pe quarche cretino,
coi sordi de papà ne la saccoccia,
devo annà ar mare co ste cose ne la capoccia.

E così volanno come na freccia,
se n'annava acceleranno,
magnannose strada, asfarto e breccia.

Solo er tabbellone s'accorse de le luci,
aggiornanno er conto,
"sto mese sò ducentoundici"

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0