PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il tressette dello scrittore

Volo
poi piombo
su un misero palo
a denari

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

33 commenti:

  • Nicola Saracino il 18/11/2011 09:28
    Le informazioni ci sono. Sono qui sotto, commento delle ore 0025 del 22. 7. 2009. Ma non è qui il punto. Il punto è che se una persona di una certa età, diciamo dai 20 anni (e multipli di 20) in poi, non conosce il semplice e chiaro linguaggio del tressette, antitesi perfetta del linguaggio vuoto e oscuro della politica, forse non ha mai nemmeno costruito fionde e aquiloni, o giocato con le figurine Panini, o con i castelli di mandorle. Brrrr, spero di sbagliarmi...
  • Francesco Marcy il 17/11/2011 15:03
    Un testo probabilmente non banale, ma che richiederebbe informazioni da parte dell'autore per essere compreso pienamente.
  • Anna Maria Russo il 02/07/2010 17:20
    mi spiace ma io non l'ho capita, questa poesia...
  • Anonimo il 31/07/2009 14:55
    Io lo prendo sul serio, questo "finto" gioco.
  • Andrea Zotta il 22/07/2009 13:22
    Molto meglio a denari che a bastoni.
    Molto gradita. Complimenti per l'originalità.
  • Nicola Saracino il 22/07/2009 08:17
    In questo sito a volte si respira un po' di buon umore, lo stesso che faceva ballare e cantare i poveri in mezzo all'immondizia. Quanto a te Massimo, alla tua presenza in queste pagine, no, ti prego, non privarmi dei tuoi polpettoni dietetici, che dopo due secondi mi danno il senso di sazio senza nutrirmi e subito dopo mi mettono la voglia di addentare una bistecca di carne vera!
  • Nicola Saracino il 22/07/2009 08:17
    In questo sito a volte si respira un po' di buon umore, lo stesso che faceva ballare e cantare i poveri in mezzo all'immondizia. Quanto a te Massimo, alla tua presenza in queste pagine, no, ti prego, non privarmi dei tuoi polpettoni dietetici, che dopo due secondi mi danno il senso di sazio senza nutrirmi e subito dopo mi mettono la voglia di addentare una bistecca di carne vera!
  • Anonimo il 22/07/2009 06:50
    Questo sito è diventato un'osteria e non ha senso, per me, pubblicare ancora su queste pagine ridicole. Sarà così che demolirò Nicola, non contrastando il senso di ciò che scrive. Saluti a tutti, mi rimetterò a setacciare l'immondizia, ho necessità di aria fresca.
  • Vincenzo Capitanucci il 22/07/2009 01:44
    a cuori...
  • Vincenzo Capitanucci il 22/07/2009 01:43
    Perfetto... Marta... grazie... una Moretti... con gli occhi a mandorla... e con l'ultima carta in ori... volo in un sogno...
  • Marta Niero il 22/07/2009 01:05
    attento nico, potrei punzecchiare io con lo spiedo del kebab, ma dato che sono di buon cuore prima vi preparo un buon panino, anzi piadina, con il kebab..
    cipolla e salsa piccante per tutti?
    e ben inteso no acqua e menta, ma una birretta fresca fresca
  • Nicola Saracino il 22/07/2009 00:54
    Buongioco tre assi, manca asso di spade, peccato, volevo punzecchiare marta... Ciao. Nicola
  • Vincenzo Capitanucci il 22/07/2009 00:44
    siamo già al verde... Marta.. cmq grazie... per l'acqua...

    striscio... lunghissimo... e punto... Nicò... pensaci tu...
  • Marta Niero il 22/07/2009 00:35
    figlioli con questo caldo non volete, mentre giocate a tresette commentato, un bel bicchiere di acqua e menta fresca? disseta, ricorda l'infanzia e rinfresca le idee
  • Nicola Saracino il 22/07/2009 00:34
    o Vincé, quanto ci hai messo...
  • Nicola Saracino il 22/07/2009 00:25
    Volo - ultima carta Volo - ideale d'artista
    poi piombo - non ne ho più Piombo - Cado
    su un misero palo a denari su una misera esigenza di guadagno
  • Vincenzo Capitanucci il 22/07/2009 00:24
    Dai piombi di Venezia... all'impalatura dei Turchi... ad un quadro della società d'oggi...
    ad un luce che precipita in falco... nell'inconscio...
    Potrei scrivere un commento... lungo quanto un libro..
    ma ritorno ad essere una semplice partita di 777...$
    Applausi Nicola...
  • Nicola Saracino il 21/07/2009 23:21
    Massimo, ho riletto uno dei tuoi meteorici commenti e mi sono accorto che hai scritto che ho buttato tre righe a casaccio. Pernicioso fellone! Che c... leggi se non conosci i rudimenti del tressette? Hai sempre e solo giocato a riflesso capovolto in vita tua? Dici che puoi demolirmi? E fallo...
  • Nicola Saracino il 21/07/2009 23:04
    Uè commentatori, non facciamo i seriosi! La lettura di questo testo richiede un minimo di conoscenza del tressette... e passatemi anche un minimo di vena scherzosa nei commenti... o no? Ringrazio tutti e preciso, per quel tarallo con buco al Centro che è Massimo Vaj, che è stato lui il primo indiziato del delitto di lesa poesia (votando una stella). Ma mi sono subito accorto che si trattava invece di un inerme sconosciuto, e così ho sfogato la mia delusione come ho potuto... mica potevo prendermela di nuovo con Vaj.. voilà, io d'estate mi sfogo anche così. Ciao gente e... imparate il tressette, non è difficile. Nicola
  • Nicola Saracino il 21/07/2009 22:55
    Sì Massimo, la tua idea della poesia è scheggiata all'origine.
  • Anonimo il 21/07/2009 21:26
    Se volessi su quelle quattro stringate righe potrei ricamarci di tutto oppure demolire chi le ha scritte senza alcuna pietà, ma sarebbe azione inìqua e inventata in entrambe quelle due direzioni, perché non giocando a tressette non ci ho capito un tubo. D'altronde ho un'idea della poesia che considera quelle righe come un mendicante interpreterebbe uno sputo nel suo antico piattino di plastica, lurido e scheggiato.
  • loretta margherita citarei il 21/07/2009 21:07
    sottile filosofia sei un grande
  • Giuseppe ABBAMONTE il 21/07/2009 20:54
    Per quanto riguarda gli... scambi di opinioni, mi chiamo fuori, diciamo che preferirei restare ... al palo.
    Ma sono sono piombo al palo dei commenti per quest'originale interpretazione del tresette dello scrittore.
    Una volta ho sentito un giocatore che diceva che da come uno gioca l'asso secco, si capisce come egli interpreti la vita. Insomma, il tresette visto come chiave di lettura del carattere dei personaggi. E le "quatttro righe scritte a casaccio" (parafrasando il "commentatore" che mi ha preceduto) rivelano molto di più di quanto possa consentire una lettura superficiale sul carattere dell'autore.
    Ciao Nciola e buona partita
    Giuseppe
  • Anonimo il 21/07/2009 19:58
    ... anche se capisco che lui ha capito che una stella per quelle tre righe che ha buttato giù a casaccio avrà causato lo spegnimento simultaneo, per protesta, di qualche triliardo di stelle, lucenti almeno fino alla sesta grandezza.
    Certo che siete dei poeti da osteria, 'mbriaconi peggio dei diàconi e pure attaccabrighe.
  • Anonimo il 21/07/2009 19:53
    Che Nicola non abbia pensato a me, incolpandomi della stella, mi offende e indigna.
  • cesare righi il 21/07/2009 18:46
    quanto mi è piaciuto questo scambio, quasi più del tressette. Mi ha fatto morire la partenza: chi è quel fesso che... troooppo forte 1 stella ad una mia "opera" mi farebbe piangere...
  • Marta Niero il 21/07/2009 17:49
    peggio dell'asilo..
    e non mi riferisco a voi 2 commentatori..
    stelle pareggiate ok???
    bacioni a tutti e 2
  • Anonimo il 21/07/2009 15:41
    Nicola, pensa, credevo si stesse giocando a tombola.. al massimo si potrebbe giocare a scopa.. ma sappi, le mie carte non sono mai buone.
    Mi rode anche a me quando capitano queste cose, basterebbe spiegare.. ma poi tutto si aggiusta tra brav'uomini..

    faccio 2 scope, premiera e le carte, il settebello te lo regalo.. ciao!
  • Nicola Saracino il 21/07/2009 14:52
    Grazie Vincenzo! L'ignoto fellone, che ora fellone non è più ma è necessariamente un brav'uomo perché non è più ignoto, mi aveva inferto una dolorosa ferita. Ma tu, che conosci il gioco del tressette, al mio inconsulto busso a denari hai benevolmente risposto con la migliore che avevi. Ora è il momento di dichiarare: tre napoli escluso denari. Ti basta? E non ti arrabbiare se abbiamo perso una presa... N
  • Anonimo il 21/07/2009 14:44
    Ciao Nicola, te ne bastano quattro?! Ecco fatto..
    Ciao!
  • Nicola Saracino il 21/07/2009 11:02
    T'ho beccato, Alfonso Savino! Ora vengo a conoscerti da vicino.
  • Nicola Saracino il 21/07/2009 10:56
    Ti conviene saltare fuori, biscetta che hai offeso la confessione accorata di un ricco scrittore! Tanto ti trovo comunque...
  • Nicola Saracino il 21/07/2009 10:44
    Chi è quel fesso che mi ha dato una sola stella?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0