accedi   |   crea nuovo account

Dopo la tempesta di neve

Dal cielo ancora canuto
sottili spiragli di luce
si insinuano sottovoce
sul mondo ancora assopito.

(Genova, 2 aprile 1996)

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • ANGELA VERARD0 il 19/11/2010 10:32
    grazie del tuo passaggio... questa è una mia poesia di molto tempo fa, sicuramente influenzata dai classici
  • Antonio Pani il 19/11/2010 08:56
    Bella immagine, "silenziosa", descritta in pochi e azzeccati versi. Apprezzata, a rileggersi, ciao.
  • Anonimo il 27/07/2009 10:30
    molto bella. mi ricorda i risvegli in montagna, aprire le imposte e ritrovare un mondo nuovo, tutto bianco, più "morbido" e silenzioso.
  • Vincenzo Capitanucci il 22/07/2009 01:11
    Bellissima... Angela... mi fa sognare... mi trasporta... lontano... dalle tempeste di neve..
  • Diana Moretti il 21/07/2009 22:17
    si vede infatti una ricerca accurata delle parole in senso evocativo. Ben riuscito. A rileggersi. Dia
  • loretta margherita citarei il 21/07/2009 20:42
    bei versi
  • ANGELA VERARD0 il 21/07/2009 19:43
    grazie Diana... sai all'epoca ricercavo molto le parole... la poesia voleva essere un veicolo di descrizione musicale... la mia poesia degli anni successivi e di oggi è più viscerale
  • Diana Moretti il 21/07/2009 19:00
    il cielo canuto è una vera perla. Piaciuta. Dia
  • ANGELA VERARD0 il 21/07/2009 15:41
    grazie donato
  • ANGELA VERARD0 il 21/07/2009 15:34
    ma no dai... sei bravo anche tu... Grazie Alfonso
  • Donato Delfin8 il 21/07/2009 15:34
    Piaciuta
  • Anonimo il 21/07/2009 15:33
    Dai sono tutte belle anche se scrivi sol 4 righe... lo sai che ti invidio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0