accedi   |   crea nuovo account

Cicatrici

(a Vincent)

Ho preso parte a un gioco
Di lame bianche
Come soli

Sollevate il velo su questo volto
Da stasera risplende
Di luce nera

Non badate alle cicatrici
Che la luna
Ha procurato

Le ho amate una ad una
Come si ama il coltello
Che punge il cuore

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 23/04/2010 01:16
    piaciuta, traspare sofferenza e orgoglio
  • tania rybak il 15/03/2010 23:23
    certo che qualcuno ti deve aver ferito molto... si percepisce(forse)un'amicizia tradita...
    molto profonda e dolorosa, come un coltello che punge il cuore
  • francesca cuccia il 12/03/2010 21:55
    Le ferite del cuore rimangono, il resto si vive con un po' piú di luce, belle parole.
  • Aedo il 03/08/2009 00:12
    Poesia molto significativa. Mi è piaciuta!
    Ignazio
  • laura cuppone il 23/07/2009 00:10
    passionale descrizione
    di un "delirio"interiore
    ... la pazzia dell'arte
    la sua magia
    il suo dolore/amore

    bellissima!
    Laura
  • Anonimo il 23/07/2009 00:04
    bellissima complimenti
  • Anonimo il 22/07/2009 20:31
    Bella
  • Vincenzo Capitanucci il 22/07/2009 20:27
    Un bacio..

    Vincent..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0