accedi   |   crea nuovo account

Non vorrei essere un aratro umano per aprire un uovo con un orecchio

Nulla è impossibile
all’uomo

quando queste infinite possibilità
di essere

sono nate
non nel suo cieco volere

ma da un volontà divina

Nel nostro incontro sui scalini del sole
mi tingo le guance d’un trasparente arancione

meglio correre dietro ad un carro celeste
piuttosto di farsi trascinare legati per un piede

con il viso affondato nella polvere recalcitrante ai calchi divini

scavanti nella terra la profonda ruga di un nuovo sofferente solco

nella drammatica catastrofica storia dell’umanità

verso un mondo di coscienza

total-mente nuovo

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0