PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La donna di Chagall

Dove finiscono i punti di domanda
emersi dal sottofondo dell’anima?

Inquietano le frontiere dell’altrove
quel residuo irriducibile che ritorna

che dice e fa silenzio e provoca
un pensiero che delira nelle secche
asfissianti di una libertà emancipata.

Nei paradisi del nulla è corto l’orizzonte
si vendono isole di riscatto, orfane di storia

il richiamo dell’amore non sa attendere
come la donna di Chagall distesa
su quell’albero dalla forma d’utero.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 15/02/2010 18:56
    bellissima brava brava! 5 stelle
  • Antonio rea il 15/09/2009 11:19
    Bella poesia, molto intensa!!! Brava Marina; complimenti.
  • ANGELA VERARD0 il 27/07/2009 14:46
    splendida piaciuta moltissimo
  • Anonimo il 27/07/2009 14:40
    molto bella e originale

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0