accedi   |   crea nuovo account

Pianto e solitudine

Piangere.. Quell'operazione stranissima che avviene quando meno te l'aspetti..
Ti assorbe tutta la tua energia, eppure ti fa sentire vivo..
Ti svuota l'anima ma ti riempie di libertà..
Chi potrà impedirmi di piangere?!
Il pinato è il leggero e profonfo sfogo dello spirito.. È il respiro dei sentimenti.. Avolte piangiamo senza nemmeno sapere il perchè.. eppure ci viene così istintivo e naturale..
Ci viene così essenziale..
Piangiamo.. Perchè vogliamo che qualcuno asciugasse le nostre lacrime.. Qualcuno che ci asciugasse la guancia facendoci sapere di essere lì per noi.. Qualcuno che ci accogliesse fra le sue braccia.. per poterci nascondere, e piangere ancora.. senza vergognarci..
Ma a volte ti trovi solo il tuo cuscino ad accogliere il tuo pianto.. Lo accoglie e lo tiene lì come per rinfacciartelo.. Per ricordarti che se non hai qualcuno k possa asciugare le tue lacrime, non devi piangere.. e te lo fa assaporare.. ma quanto è amaro?! quanto è ostile?!

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 18/02/2014 04:56
    apprezzata, complimenti.

4 commenti:

  • Anonimo il 28/07/2009 23:34
    Bellissima, suscita delle bellissime emozioni
  • Anonimo il 28/07/2009 23:33
    Molto bella, complimenti
  • Aedo il 28/07/2009 22:49
    Il pianto non è sintomo di debolezza, ma di umanità e sensibilità. Chi non prova emozioni, non sa piangere. Bravo!
    Ignazio
  • Anonimo il 28/07/2009 20:47
    George a volte la vita è così strana, non sai mai cosa ci riserva a volte ci innalza altre volte ci buttà giù... ma sono solo momenti e piangere non è riservato solo alle donne.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0