PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nostos

Quando il sole sorge e quando va via,
quando fingo di non scoprire l'altrui bugia,
quando cerco le parole di conforto per una subdola malattia,
quando mescolo l'amarezza con l'ironia,
quando formulo il tuo nome come nera litania,
quando penso che amandoti peccai d'idolatria,
quando rido di te che mi saresti stato accanto fino all'agonia,
quando a sera mi coglie una tremenda nostalgia...

Quanto strana la mia voce fu nel dire "E così sia".
Ti lasciai scappare, ma resti_e non t'avvedi_sempre roba mia.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • lucia cecconello il 08/09/2009 14:04
    Bella.
  • Roberta P. il 08/09/2009 09:27
    Che bella!
  • Anonimo il 29/07/2009 22:26
    Bellissima poesia... Complimenti
  • Enola Gay il 29/07/2009 15:45
    Grazie
  • Anonimo il 29/07/2009 14:38
    bellissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0