accedi   |   crea nuovo account

Anarchia

Perché quando pensi al futuro
non credi che possa esistere un' altra strada
una nuova prospettiva, libera dal compromesso
immensa realtà gioiosa e piena di vita
pura libertà d'azione e rispetto
che prenda piede in ogni attimo
vivente
per cancellare il passato
pieno di menzogne, di soprusi
umiliazioni sociali
schiavitù ed ignoranza
prevaricazione su tutto
uomini, animali, natura
su ogni essere vivente
per il profitto dannato
diavolo di carta
che brucia le anime
e le vende all'assassinio
assassini in doppio petto
con i propri cani da guardia
con simboli di odio
e di persecuzione
tatuati nello specchio degli occhi
per far tremare i deboli e gli oppressi
creare e ripetere e generare
produrre consumare e morire
errori
troppi
e sanguinosi
sangue sporco
macchiato d'insolenza
e di cattivo governo
con ogni specie di imbroglio
per far sembrare che il popolo
fingesse il comando
ma solo i padroni del mondo
controllano la schiavitù
rassegnata fila di uomini
in catene e a testa bassa
che ora grazie al grande bagliore
asciugano le lacrime della disperazione
della sciagura
per combattere uniti
un' unico ideale
pace e liberta' sulla terra
nessuna invidia, niente egoismo
piacere della condivisione e muto soccorso
per tutti
accrescendo la cultura grazie alle differenze
reciproche
togliendo ogni barriera, ogni galera
divisione, frontiera
per il bene comune
senza arricchimento
per l'ideale sacro
dell'esistenza

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/01/2014 00:56
    Molto apprezzata, complimenti.

10 commenti:

  • Floriano Crescitelli il 22/08/2011 14:58
    Non esistono governi perfetti purtroppo, molta carica emotiva, bella lettura
  • Anonimo il 20/11/2009 19:01
    Un vero e propprio flusso di coscienza. Complimenti
  • aleks nightmare il 30/07/2009 03:12
    il problema è che bisogna uscire dagli schemi mentali che la societa' "civile" ci impone fino dalla nascita... è come ripudiare cio' che sembra essere la normalita', normalita' che si rivela artificiale alle prime considerazioni logiche e allo sguardo cosciente verso il sistema dello stato di diritto.
  • Vincenzo Capitanucci il 30/07/2009 00:25
    Hai ragione... mi verrebbe da dire... la mia morte sarà... la loro fine...
  • aleks nightmare il 30/07/2009 00:10
    Non puoi fingere di non vedere che la loro vita sara' la tua morte, e non ce' scampo se li rifiuti...
  • Anonimo il 29/07/2009 23:12
    .. bella mi piace.. E chissa forse un giorno.. ci arrivermo pure.. ma quanto lavoro
    c'e da fare... Per adesso senza andare troppo lontano.. dobbiamo solo
    guardarci attorno e chiederci dove sta andando questo paese.. basta vedere
    cosa hanno votato ieri...
    Ma possibile mi chiedo,, che non si senta rabbia.. disgusto.. possibile che non
    abbiamo nient'altro da esprimere.. se non i nani di cui parla Vincenzo..
    Mi chiedo dove stiamo andando.. che cosa stiamo costruendo.. Dove sono i
    valori di onesta.. democrazia.. rispetto?..
    c'e da fare.. e' molto...
    io comunque a votare ci vado...
    Aurora
  • Anonimo il 29/07/2009 22:22
    Bellissima, complimenti
  • Vincenzo Capitanucci il 29/07/2009 19:34
    Dio mio.. sono un anarchico divino... faremo di tutto per arrivarci prima... naturalmente senza nessuna violenza... ma solo con Amore e Coscienza...
  • aleks nightmare il 29/07/2009 19:28
    L'anarchia è un'obiettivo che va ricercato in ogni singola azione quotidiana, nella nostra esistenza, pur sapendo che i tempi non sono maturi e che ci vorranno secoli se non milleni, prima che l'ideale diventi quotidianità per l'umanità... era molto più possibile raggiungere la vittoria 100 anni fa, rispetto ora, nell'epoca technocratica...
  • Vincenzo Capitanucci il 29/07/2009 17:10
    Bravissimo Aleks... ci penso ogni giorno e ci credo... ma l'uomo dovrà veramente crescere in coscienza... per poter essere degno dell'anarchia...

    Sottoscrivo ogni tua parola...
    guarda caso.. sto proprio scrivendo una poesia sulle prigioni... in questo momento...

    purtroppo penso... che in questo momento di coscienza... meritiamo.. lo ha deciso la maggioranza... un governo fatto da bossi... fini.. e dal nano... un disastro... meglio così.. i tempi si accorceranno...

    mi accuseranno di qualunquismo... e di chi tace consente... ma io non ho votato... ho smesso di votare da quando hanno sabotato... il referendum sulla caccia... incitando la gente a non votare.. per non raggiungere il quorum...

    per un anarchico... destra e sinistra son quasi la stessa cosa... si equivalgono almeno nel non risolvere i problemi... chi in un modo... chi in un altro...

    purtroppo per il papa... non ho il diritto di voto...

    un papa-razzo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0