accedi   |   crea nuovo account

Leggere a letto con Te Amore mio è divino però spegni la luce mia elettrica eletta

Oltrepassando i rifiuti dalla mente rimossi
ogni tanto svuoto là
il mio abisso nell’inconscio

nel mio ampio celeste secchio di lacrime distrutte
leggo me stesso

in un dolce infinito mar dal rosso miele smossi

dove nel leggere trovo solo il mio Re ondeggiante
tutte le altre leggi miseramente affondate nel sale

persiste per esistere eterno solo l’universale eletto

in Un meraviglioso letto stellare di esseri fantastici in Amore divino

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 30/07/2009 22:56
    Bravo Vincenzo. Un bacio
  • Anonimo il 30/07/2009 17:14
    .. incantata Vincenzo..
  • ANGELA VERARD0 il 30/07/2009 15:36
    bellissima... svuotare il proprio abisso nell'inconscio... per poi ritrovare un letto stellare di amore divino...
  • Fabrizio Martello il 30/07/2009 13:15
    meraviglia
  • Anonimo il 30/07/2009 11:58
    ... bellissima!
    Avevo dimenticato la tua bravura!
    ... il Pirata
  • Anna G. Mormina il 30/07/2009 10:54
    "... lacrime distrutte..." certamente lacrime di dolore, che hanno lavato, annientato il dolore... sono distrutte, e in quel letto stellare, poi, si ritrova la Luce!!!... bella bella!
  • Cinzia Gargiulo il 30/07/2009 00:38
    È una poesia già il titolo Vincè!... Bravo come sempre!!
    Un abbraccio...
  • Anonimo il 30/07/2009 00:30
    WoW che regalo di buonanotte...
    Grazie Cap ucci no... sì...
    nel

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0