username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

la diversità di un odore

la differenza tra me e te


salendo le scale
ti sono passata accanto
piu volte
e tu rimani immobile
come stampato su di una mia fotografia.
Mutevole come il tempo di marzo
io...
mi sono seduta su di una sedia
che non era abbastanza morbida
...
se in quella foto ti avessi teso la mano
avrei capito che non c'eri.
Come posso spiegarti
la magia di un albero,
se tu non lo vedi,
come posso raccontarti delle sue danze...
mutevole come un capriccio di bimbo
io...
ho salito gradini troppo distanti
dalla mia sedia...
ma non mi sono fatta male,
ti sono passata accanto piu volte
ma non ti ho mai sfiorato
...
e vorrei farti sentire
l'odore del bosco,
le lacrime di un ricordo,
il calore
che da la fantasia,
Sfiorarti...
decidere
di tornare sulla mia sedia
decidere
di
trovarla
un po' piu morbida

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

17 commenti:

  • Sergio Fravolini il 21/03/2011 08:51
    Molto bella mi piace.

    Sergio
  • Francesco Garofalo il 19/06/2010 19:51
    bravissima, mi è piaciuta molto
  • Anonimo il 13/04/2010 23:20
    Poesia d'amore originale. Mi è piaciuta. Complimenti!
  • nemo numan il 06/04/2010 21:40
    che dire stupendamente bellissima bravissima
  • Antonio Fronte il 23/03/2010 13:57
    Lieve, trasognata, musicale. È bello leggerti. Leggere la tua anima!
  • Rino il 14/12/2009 22:40
    Nel caotico divenire della vita descriviamo traiettorie che non sempre incrociano quelle di persone a noi simili... e non sempre, incrociandole, queste interpretano i segnali che disperatamente lanciamo loro sperando di essere "riconosciuti" essendo sconosciuti l'un l'altro... Allora ci resta... mi resta... solo il desiderio di fermare quel momento su un foglio, cosicchè esso viva, almeno lui...
    Se me lo permetti, ti invito a leggere le mie "Brezza" e "Schegge d'anima" e, se lo vorrai, a darmi qualche commento... grazie e bentrovata, proprio nel giorno del mio compleanno...
  • fabio amato il 03/12/2009 10:16
    Molto bella e profonda. Fabio
  • Giuseppe Bellanca il 27/10/2009 15:14
    Profonda, pieno di sentimento misto ad un certo fascino che una donna ricca di eleganza imprime in questi versi che parlano d'amore... sei molto brava la poesia si legge bene ed è ricca di immagini, ciao Giuseppe.
  • Anonimo il 07/10/2009 18:21
    La prima volta che ti leggo... azz. sei brava.
    Il dolore e sempre più forte in chi ama di più quando si arriva a certe situazioni!
    Complimenti hai reso bene l'idea!
  • Anonimo il 27/09/2009 02:44
    Quando si ha il desiderio di condividere l'impossibile, la poesia ci accoglie tra le sua braccia. Bella! Ciao.
  • Ivan Bui il 25/08/2009 13:02
    ... tristezza, malinconia, ma anche tanta eleganza.
  • Salvatore Ambrosino il 23/08/2009 23:35
    una poesia dove tristezza e malinconia affiorano e scompaiono dove serenità e sicurezza svaniscono
    l'incertezza e certa.
  • Fiscanto. il 13/08/2009 16:09
    molto ben fatta e bella.
  • antonio castaldo il 31/07/2009 01:09
    la sedia è sempre la stessa ma... noi decidiamo se è più o meno morbida
    in un gioco di predisposizioni assai vicine al filosofico. mi è piaciuta! kiss!
  • Anonimo il 30/07/2009 17:11
    ... bella nella sua profondita' .. di malinconia... ma come posso spiegarti se tu
    non mi ascolti.. come posso spiegarti le danze al vento delle fronte.. se tu
    non ne senti i sapori...
    brava Aurora
  • Rik Forsenna il 30/07/2009 16:55
    dolcezza... malinconia... profondità... e fa capolino nelle ombre una certa B*...
  • Vincenzo Capitanucci il 30/07/2009 07:23
    Splendida Sabrina... l'ho adorata... perché..
    Come posso spiegarti.. la magia di un albero (poesia).. se tu non lo vedi.. o non la senti..
    Nell'odore del bosco... una morbidezza... di Vita...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0