accedi   |   crea nuovo account

One hour OFF

La pelle si solleva allontanandosi a piccoli impulsi dalle tue ossa
il tuo corpo lo vedi galleggiare nello spazio
un festival di luci rosse, celesti e bianche
i visi degli amici mongolfiere libere nell'aria, sorridenti, impertinenti buffe
la voglia di amare
la voglia di abbracciare
la voglia di sentire le vibrazioni degli altri
il desiderio del bene radice del male
incursore vigliacco della mia mente, non mi avrai mai, sono stravolta
prima e ultima volta
ho vinto; t'ho fregato seppur ho peccato.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Isaia Kwick il 31/05/2011 01:27
    Grazie Vincenzo... Con questi capelli se piove bottoni metto su una merceria.
  • Vincenzo Capitanucci il 30/07/2009 20:13
    Sei un grande Isaia... saranno quei luminosi capelli che hai in testa... o il semaforino... che dal verde... speranza... sa scattare in un rosso... di passionale Amore...

    il desiderio del bene... radice del male..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0