accedi   |   crea nuovo account

Il sol leone fa suda-re delirio deliziosi rii da tutti i p-ori

Il sole
in un bacio
prolungato
vorrebbe renderti
un deserto
prosciugato

in va-pori
di sudo-re

galvanizzato
dalla tua reale
scoperta
t’infiammi
t’incendi

di-venti
una piccola fiaccola umana
in un primo d'arrosto

un simbolo
Olimpico

corri subito da bravo maratoneta inseguito da Mara verso il monte Olimpo
per spegnere la tua sete nella fonte immortale degli dei

ma Diana ti caccia
Zeus ti fulmina

guardi con aria supplichevole la Venere d’oggi
si sta colorando le dita dei piedi

Ah morto de fame
quante con-chi-gli-e mi dai
se faccio venire il tuo fluido Re

e qui cadde crollò di colpo su di te l’intero tetravalente palla-dio
di Atena in pura conoscenza d’oro bianco

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 01/08/2009 22:31
    Meravigliosa.
  • Anna G. Mormina il 01/08/2009 18:51
    ... "una piccola fiaccola umana"...

    ... che è arricchita da quel bacio di sole... il deserto, lo porterà al cospetto del suo fluido Re!... bellissima
    ... bravo Vincenzo!
  • angela ambrosini il 01/08/2009 15:05
    che dire vincenzo qualsiasi genere di poesia scrivi è sempre un capolavoro sei unico, un salutone
  • Giuseppe Tiloca il 01/08/2009 13:55
    Grazie Vincenzo per i tuoi complimenti. La tua poesia mi è piaciuta, ancor di più i tuoi spezzettamenti, come sempre, bravo!
  • Anonimo il 01/08/2009 13:02
    che dire il tuo stile è inimitabile
  • Anonimo il 01/08/2009 07:56
    bella trasparenza del momento, col richiamo agli Dei, partecipi da sempre alla nostra vita, buone vacanze ciao Salva.
  • Anonimo il 01/08/2009 07:41
    Correggo... ahi ahi la fretta

    Non SO se sei tu ad avere la Poe-sia del sangue o è il tuo sangue ad avere la Poe-sia nelle vene. Sembrerebbe la stessa cosa... ma mentre il sangue è DI COLORE ROSSO rosso, la Poe-sia ne ha infiniti DI COLORI e mute-voli...
  • Anonimo il 01/08/2009 07:38
    Il Solleone, l'Olimpo, le Olimpiadi. Bella e buona collocazione. Ambizioni e fallimenti, ilusioni e delusioni della vita.
    Buondì, Don Vincenzo.

    Non se sei tu ad avere la Poe-sia del sangue o è il tuo sangue ad avere la Poe-sia nelle vene. Sembrerebbe la stessa cosa... ma mentre il sangue è rosso, la Poe-sia ne ha di infiniti e mute-voli...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0