accedi   |   crea nuovo account

La morte gioca con il bianco in una chi-ave di fantasia divina

Se a volte non intervengo personalmente
sono impegnato in una lunga partita a scacchi con la morte
se Io muovo in modo fulmineo
Lei impiega ad ogni mossa
secondi minuti ore giorni settimane mesi anni lustri secoli millenni
Io non posso distrarmi un attimo
Lei subito ne approfitta

bara
facendo sparire dalla scacchiera prima del voluto i miei più bei pezzi nei colori dell’Arcobaleno

non dubitare di Me

ti mando sempre un mio Angelo

visibile
O
invisibile

dalla vasta gamma del mio creato e del mio in-creato

andante da un semplice minuta cinciallegra (mesange) al più grande dei miei Arcangeli

per sostenere il tuo lungo infinito cammino disegnato per Te nello schizzo emanato d’un attimo di gioiosa debordante gioia verso di Me

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Grazia Denaro il 31/01/2012 19:34
    Molto bella Vincenzo Capitanucci, bravo!
  • Anonimo il 04/08/2009 00:36
    molto bella grazie per le emozioni che regali
  • ANGELA VERARD0 il 03/08/2009 18:58
    la magia delle parole ti è sempre compagna... sei bravissimo Vincenzo
  • Fabrizio Martello il 03/08/2009 16:51
    bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0