PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

mattinata marina

Camminando sulla battigia,
fresche onde cristalline
carezzavano la rosea alba.
Nel silenzio adorante
il sole iniziava il suo giro,
presto sarebbe sorto
il nuovo giorno.
I pescatori stanchi
attraccavano gli ormeggi
al porto.
Vociare allegro di gente di mare,
che in ceste riponeva
il lavoro notturno.
Pensieri, riflessioni,
accarezzavano la mia mente,
nella quiete marina.
E compresi,
che noi esseri umani,
siamo simili a quei pesci
pescati, gettati ancora vivi
sulla sabbia, desiderosi di essere
di nuovo nel mare.
Così , mai nella vita
dobbiamo dimenticarci
del sacro valore dell’amore,
solo amando
abbiamo la possibilità
di perderci totalmente
e ritrovare l’origine di noi stessi.
Come quei pesci,
gettati sulla battigia,
comprendono e rimpiangono
le gioie del perduto mare.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

17 commenti:

  • Massimo Tusa il 07/08/2009 07:58
    Riflessione molto bella e ben declamata, l'unica differenza con i pesci è che l'uomo ha dalla sua, consapevolezza e coscienza, perciò stupisce in certe sue scelte.
    Bacio
    Ciao
    max
  • Giuseppe Bellanca il 06/08/2009 16:15
    Poesia che mi fa pensare, penso che i pesci vorrebbero tornare in acqua ma non possono, l'uomo ha la possibilità di scegliere... amare il senso della vita. Bravissima.
  • Ruben Reversi il 06/08/2009 13:44
    Minuziose e intense descrizioni di un momento marino... riportato alla memoria con versi stupendi.
    Bellissima... fidati di me che sono nato nel mae e nel mare vivo. Brava. Bacio Ruben
  • M. Vittoria De Nuccio il 06/08/2009 10:19
    Molto bella. Complimenti
  • antonio castaldo il 05/08/2009 23:29
    sempre bravissima! smackk!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo il 05/08/2009 20:22
    bellissima nella riflessione che propone, lo sviluppo è un po' più prosa che poesia
  • Anna G. Mormina il 05/08/2009 18:45
    ... molto bella, brava Loretta!
  • Simone Guerra il 05/08/2009 14:38
    Alta sensibilità. Alta fantasia. Linguaggio semplice chiaro, pulito. Mi piace molto.
  • Anonimo il 05/08/2009 14:36
    .. brava Loretta
  • Aedo il 05/08/2009 14:15
    Poesia molto bella, che ci trasmette alla fine un messaggio significativo. Brava!
    Ignazio
  • angela ambrosini il 05/08/2009 11:55
    bellissima
  • Anonimo il 05/08/2009 11:22
    bellissima lezione in poesia. ciao salva
  • Anonimo il 05/08/2009 09:40
    Bellissima descrizione della mattina e del mare. Il sentire.
  • Vincenzo Capitanucci il 05/08/2009 09:17
    è meglio capire le cose... prima di perderle.. se no si finisce a friggere in padella..

    Brava L'or... in un rimpianto di amaro Amore di mare..
  • Anonimo il 05/08/2009 08:55
    meravigliose sensazioni
  • Anonimo il 05/08/2009 08:29
    Bella raffigurazione.
    L'animo umano ed il mare, entrambi misteriosi e sempre affascinanti.
    Brava.
  • Dannunziano _ il 05/08/2009 08:17
    Quando si perdono le cose, le si rimpiange sempre!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0