accedi   |   crea nuovo account

resurrezione

tra i solchi
di aratro della memoria
di carne e sale
bevo acqua che
non disseta
di illusioni e fame
mi nutro
come re decaduto
osservo l'albero
della vita
che spoglio di frutti
attende il polline
che lo faccia
germogliare
di nuovo.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Ezio Grieco il 11/11/2009 21:42
    .. mi associo a Lory, veramente ben scritta.
    ... te lo dovevo amico, e però è una constatazione.
    mike
  • Anonimo il 07/08/2009 17:40
    in attesa di rinascere.. i morsi della fame e della sete tengono desti.. sarà un polline di miele dolcissimo.
    piaciutissima
  • ANGELA VERARD0 il 06/08/2009 17:08
    tra questi versi traspare la forza nei sentimenti e nella voglia di ricominciare.. Versi molto sentiti
  • loretta margherita citarei il 06/08/2009 16:54
    5 stelle ben scritta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0