accedi   |   crea nuovo account

Amore maledetto

Aggiri le mie barriere con rara sapienza,
t’insinui abilmente tra le pieghe dei miei pensieri più oscuri,
accendendo desidera di sfrenata lussuria.
Nulla sembra ciò che si palesa nitido al verbo.
Vi è un mondo nel mondo che vive di pensieri malvagi,
che nutre la sua perfida essenza con l’inganno dei pensieri.
Vi è un mondo nel mondo a cui tu appartieni completamente
e del quale ne sei l’indiscussa sovrana.
A che serve professare amore
quando questi è solo il tetro riflesso di una tua rivalsa?
Eppure cedo senza remore al livore della tua bocca maledetta
che abile gioca con il mio desiderio di uomo confuso,
eppure ti regalo la mia eterna dannazione in cambio del tuo frutto proibito,
del mio sovrastare pensieri di morte.
Cos’è questo muto accordo che ci lega ad una carne mai paga,
strappata ad un’anima perplessa ed ottusa
che si nega al delirio della ragione?
Oscuri percorsi segnati da albe dolorose
si delineano sullo scenario di vite disordinate,
ormai perse dentro teorie inconcludenti,
ormai private della loro stessa sostanza.
Mondi oscuri,
remote regioni della speranza
dove una bella menzogna vale più di una brutale verità,
dove per vivere non serve il disordinato clangore della realtà
bensì il caldo ottimismo di due corpi avvinghiati
nel quale evaporare questo improponibile amore maledetto.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • TIZIANA GAY il 07/02/2008 11:34
    bella l'immagine dell'evaporazionedell'amore..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0