PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

[Senza titolo]

Nudo ai venti maligni della vita,
nessun argine mi potrà salvare.
Crederesti a tanto male se te ne mostrassi la forma?
Se ti raccontassi le sue infinite sfaccettature?
Nudo a fumarmi l’ultima illusione,
mentre aspetto la pioggia per confondere il mio pianto,
per gridare senza voce e maledire una libertà che vive in funzione degli altri.
Nudo senza più un’anima nel cuore,
strappata via con forza dal vostro credervi grandi e potenti.
Nudo fino alla fine del tempo,
fino a quando una cassa di legno mi nasconderà ai vostri sguardi di pietà
e finalmente godrò dell’infinito delirio del nulla.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • STEFANO ROSSI il 04/12/2011 14:58
    Bellissima Stefano complimenti!!!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0