PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La storia di un gabbiano

Dal pianoforte
echeggia
una dolce melodia
che fa vibrare l'anima.
Una voce racconta
la storia di un gabbiano
costretto a non volare più
e a contemplare
i suoi simili,
in libertà.
Ma Lui dalla sua gabbia
sa ascoltare,
sa ascoltare la musica,
quella musica
che gli entra nel cuore,
gli penetra nell'animo,
gli dà il coraggio
della libertà,
la libertà di sognare,
sognare di volare
in cieli lontani,
in luoghi incantati.
Vira felice,
sull'azzurro infinito del mare,
un mare
che gli dà pace,
ma anche tormento.
Gli ricorda ciò che è stato
e ciò che non sarà più.
Ma una brezza di vento
lo riporta al presente.
La musica tace,
il gabbiano
ascolta il silenzio,
la gabbia si apre
e lui torna a volare.
È l'alba sul mare
il gabbiano
si sente smarrito,
riesce comunque
ad aprire le ali
e a volare lontano.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Grazia Denaro il 06/02/2012 22:07
    La libertà è sempre la più bella cosa a cui si ambisce nella vita. Molto bella!
  • Fabio Mancini il 21/08/2009 22:35
    Dopo qualche incertezza, il gabbiano torna a volare e a godersi i suoi giusti spazi. Il tuo spazio, Vittoria, è l'infinito? Dalle note ispiratrici di un pianoforte, una bellissima storia di libertà. Un abbraccio, Fabio.
  • Anonimo il 10/08/2009 15:12
    ... molto bella... e il sogno che ci avvolge che libera la fantasia... ma e' anche il ricordo.. la memoria
    del nostro passato che da la forza di spiegare le ali e spiccare un altro volo.. con una più matura
    consapevolezza di essere..
  • Anonimo il 10/08/2009 15:11
    ... molto bella... e il sogno che ci avvolge che libera la fantasia... ma e' anche il ricordo.. la memoria
    del nostro passato che da la forza di spiegare le ali e spiccare un altro volo.. con una più matura
    consapevolezza di essere..
  • Anonimo il 10/08/2009 14:23
    molto bella
  • Anonimo il 10/08/2009 13:59
    che bello essere come un gabbiano.. libero... bello scritto
  • sara zucchetti il 10/08/2009 12:28
    bella romantica e tenera sono riuscita a immaginare tutto!
  • Len Hart il 10/08/2009 12:20
    great!!!!
  • Anonimo il 10/08/2009 10:11
    devo rileggerla.. qualcosa mi sfugge...
  • Maria Gioia Benacquista il 10/08/2009 09:38
    Molto bella.
  • marco belli il 10/08/2009 08:43
    amo i gabbiano... se rinasco vorrei diventare uno di loro... bellissima poesia
  • Anonimo il 10/08/2009 06:35
    Bella questa poesia. Mi ricorda un gabbiano che, uscito dalla propria gabbia, riesca a libersrsi anche della sua rabbia.
  • loretta margherita citarei il 10/08/2009 06:25
    bella brava
  • Vincenzo Capitanucci il 10/08/2009 06:22
    Molto bella Vittoria... è bello ricordarsi... ciò che è stato... guariscono le ferite... si riaprono le ali... e dopo un primo smarrimento... si riprende a volare...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0