PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Un calvario gioioso cavalca un rio calvo

Quando sei posseduto dalla tua Anima donna
doni tutto il tuo essere uomo

daresti la tua vita per Lei
per un semplice Suo sguardo d'Amore

vivi
quasi da matto
in un deserto di solitudine

difficilmente condivisibile
con gli Altri granelli di sabbia
dal suo troppo infinito

continuamente gioioso
drogato
da folli delizie d'Amore
ebbro
di spirito
felice

speri
di veder il tuo corpo straziato

risorgere nella luce di un fiume
insieme alla bellezza del mondo

dalla inumana crocifissione di tanta furente passione

bevendo nel teschio paterno la vita di una rosa mondata

dalla purezza del tuo Cuore

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 11/08/2009 15:55
    .. la sento particolarmente Vincenzo... sentendone la sofferenza fino in fondo..
    Aurora
  • Giuseppe Bellanca il 11/08/2009 12:08
    Quando... sei posseduto dalla tua... Anima donna... doni tutto il tuo essere... uomo
    Sofferta profondamente, bellissima per intensità... bravissimo... ciao Vicenzo
  • Anna G. Mormina il 11/08/2009 10:05
    "Quando sei posseduto dalla tua Anima..."
    ... tutti abbiamo un'Anima, pochi pensano veramente a Lei, pochi darebbero tutto per Lei, pochi farebbero pazzie per Lei,... arrivare alla purezza del Cuore, per Lei...
    ... mi ha toccata profondamente, grazie Vincenzo!
  • Anonimo il 11/08/2009 07:10
    Un calva-rio straziante, penoso, a tratti masochista, anche amletico, ma in vista di una sperata risurrezione liberatoria.
    Combattutissima Vincenzo, Tragica!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0