accedi   |   crea nuovo account

Spirito errante

L'odore del ginepro
cespuglio ubertoso
di bacche risolute di viola,
s'effonde nell'aria resinosa
ed esorta acute narici
affinchè il tempo adorato
non fugga al di là del monte,
e qui, ancor selvaggio
possa serbar se stesso.
Il vento che scuote il mare
geloso di solitari silenzi
s'accoppia al mordace profumo,
e irrompe negli anfratti,
negli ameni sentieri,
nei declivi arditi,
e col suo spirito errante
loda la fugace gioia,
o piange l'amaro dolore.
L'uomo conosce il vento,
lo accoglie nel suo flavo arenile
al fianco di pròdi pescherecci,
o lo sente àlgido sul viso
nel mare in tempesta,
là, ove vecchie lampare
svelano la nobile fatica
che il vento sodale,
non dissolve nel nulla.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 21/08/2011 18:00
    una tela dipinta con le parole... sembra di essere li... mentre il vento che si accoppia al mordace profumo... scompiglia i miei capelli... mentre osservo il mare lontano... brava... bella...
  • antonio castaldo il 21/09/2009 20:37
    concordo... molto bella!
    ... e tu molto brava.
  • augusto villa il 02/09/2009 11:19
    Cavoli... ma che bella!!!
    Davvero brava.
  • Dannunziano _ il 12/08/2009 19:33
    È molto bella la tua poesia, sai? 5 stelle per te!
  • Anonimo il 12/08/2009 16:48
    poesia dal sapore "carducciano" se mi passi il termine... comunque bella... brava
  • Fiscanto. il 12/08/2009 16:10
    bella... davvero... sembra di vedere la macchia mediterranea... brava!
  • loretta margherita citarei il 12/08/2009 16:02
    t stelle bellissimo quadro marino

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0