username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un altro giorno è nato.

Oggi mi sono alzato molto presto
il buio e il silenzio regnano sovrani,
tutti dormono, ed io
mi siedo nel piccolo balcone
di casa mia.

Guardo il cielo e penso:
“Notte, tu che porti con se
i sogni, le speranze, le paure,
di un mondo pieno
di gioie e di dolori,
porta con il nascere del sole
un po’ di amore.

Ed vedo nel cielo
una moltitudine di stelle,
vorrei contarle, vorrei toccarle,
ma l’immensità che separa cielo e terra
è immensa, milioni di anni luce.

Poi lentamente, nel cielo
qualcosa di meraviglioso appare:
“Ti vedo, sei tornato”.
All’orizzonte, timidamente
dietro una collina appare il sole
e un suo raggio pieno di calore
attraversando piccole nubi
illumina la terra.

Ed io ringrazio Dio
che mi ha dato la possibilità
di vedere che è nato un altro giorno.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Verbena il 05/09/2014 21:08
    Sì, ogni giorno è un dono grande e l'anima grata si eleva oltre il terreno e guarda alla luce. Complimenti
  • Fiscanto. il 20/08/2009 23:17
    bella poesia... bravo!
  • Anonimo il 19/08/2009 17:27
    bravo è importante ringraziare Dio tutte le mattne
  • loretta margherita citarei il 14/08/2009 14:02
    piaciuta molto, ringraziare è ottima preghiera

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0

- Il video di quest'opera -