PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Un tiepido piacere

Ti appassioni,
alla mia poesia
ma non di me.

Mi chiedi:
cosa hai scritto
di nuovo?

Come faccio
a scrivere,
così,
senza riflettere,
quando ci sei tu,
nella mia mente:
fulgida stella
amante delle mie arti.

Conosco la sofferenza,
e i tuoi perché.
Più di altri,
ti posso capire.

Ma ora,
sto ascoltando
il mio cuore.

Quando
ti tempesto
di pensieri,
parole.

Provando di nuovo
a mostrarti d’amare.

Temo,
che dopo,
questa dichiarazione,
ti perderò.

Lo sento,
che non mi vuoi,
più di un’amica.

Ma è stato
bello,
sul serio,
sentirsi avvampare
il viso
di un tiepido,
piacere,
leggendo le tue parole.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 28/11/2009 17:31
    Bravo
  • loretta margherita citarei il 15/08/2009 16:10
    piaciuta, ma la forma dovrebbe essere più corretta
  • Anonimo il 15/08/2009 15:52
    piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0