username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tesori

Quella volta che caddi sul prato
piansi con l’innocente vergogna di un fallimento
ma che sollievo una mano tesa verso di me
che mi ridette la forza di correre più del vento.
I miei occhi divennero più seri
la fatica sostituì le leggerezze d’un tempo
ma che gioia quei bicchieri che brindavano insieme a me
che mi portarono a rimpiangere sorrisi e divertimento.

Accanto per la vita gli amici
tra giorni di tristezze e di fughe felici
tra anni di cambiamenti e problemi da masticare
sono stelle nel cielo che non smetteranno mai di luccicare.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 22/11/2010 12:53
    Eccellente elogio dell'amicizia e molto ben scritto!
  • rudens roze il 18/09/2010 10:16
    Chi può comprenderti meglio di un amico? per la fretta e l'ansia di vivere trascuriamo questo tesoro che è sempre pronto a brillare
  • loretta margherita citarei il 17/08/2009 14:10
    bella bravo
  • Vincenzo Capitanucci il 17/08/2009 08:02
    Si dei veri Tes-ori... Raffaele... e la Vita.. torna ad essere.. una Festa...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0