accedi   |   crea nuovo account

Un sogno, un incubo!

Una bimba mi prende la mano
la stringe e mi porta lontano.
Lontano da questo mondo
col suo sorriso mi rende giocondo.

Un mondo lucente, da sogno
e, all’ombra di un cotogno,
un soffio di amore fecondo
ci conduce in un bel girotondo.

Ci guardiamo negli occhi, contenti,
inebriati da questi momenti.
Corriamo veloci sull’erba
spartita come in un cruciverba.

Ritorniamo indietro e, stanchi,
ci sediamo su dei calanchi.
Sento la mia mano nuda adesso!
Come mai? Cos’è successo?

Sono rimasto solo con me stesso
dopo questo complesso processo.
Tu bimba ti sei dissolta dalla tua forma.
A terra, non hai lasciato alcuna orma.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0