PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Sistina

Il mio sguardo gioioso beve
la luce di gloria
dell’ affresco
di Michelangelo
impresso nella tela eterna.
Contemplo il particolare
delle due mani che si cercano,
si sfiorano, infine si toccano.
L'una è immensa luce creatrice,
l'altra, piccola opaca carne,
ma già vibrante di vita.
Ecco tu, altero uomo, ti sollevi
e Dio compiaciuto
ti accarezza di eterno riso

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anna G. Mormina il 21/08/2009 13:52
    MI CORREGGO: ... famosissimo e bellissimo quell'affresco...
    ... molto bella la tua poesia, brava Rosaarita!
  • Anna G. Mormina il 21/08/2009 13:50
    ... famosissimo e mellissimo quell'affresco...
    molto bella la tua poesia, brava Rosaarita!
  • Vincenzo Capitanucci il 21/08/2009 07:06
    Bellissima Rosarita... una trasmissione... di vita... divina...
  • Inchiappa Vito I Song il 21/08/2009 06:30
    Vedere Dio in un quadro e non scorgerlo nella vita di tutti i giorni non so se possa reputarsi perfetta osservazione, però ognuno ha la sua cecità
  • Anonimo il 21/08/2009 00:28
    molto bella... ben scritta
  • M. Vittoria De Nuccio il 20/08/2009 21:51
    Leggendola rivedo l'affresco di Michelangelo... perfetta nell'osservazione.
  • Fernando Biondi il 20/08/2009 21:43
    una perfetta osservazione, bravissima, ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0