PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cantano per me

Sussurra la strada,
ogni tanto grida.
Con uno squillo di trombe trionfale
il sole sorge veloce.
Cinguettii mentre il mondo tace ancora.
Sibila il vento
accartoccia le foglie
il mare chiacchera svogliato e sornione,
legge la mia risposta nel cuore.
Un coro di macchine perfettamente allunisono
urla disperato e in eterno,
fortissimo,
come se riuscisse a vedere e capire il mio cuore.
Frigge il dolore la sera
una voce sembra un tuono,
una carezza uno schiaffo,
schioccano i grilli,
la Luna mi guarda schiva:
"inutile che tendi la mano, non mi toccherai",
sorrido, con tenerezza per quella sorella:
"Non l'ho fatto io, ma ti senti violata.
forse non ispiri più poesie come allora,
non l'ho fatto io!"
E sussulto se picchietta la pioggia
mi scava buchi nell'anima.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Alexis Blondel il 30/10/2012 01:34
    non so cosa dire, rischierei di ripetermi..
    riesci ad evocare immagini e sensazioni come penso nessun'altro qui sul sito (per lo meno tra chi che mi e' capitato di leggere)...
    le tue poesie sono come una dolcissima pugnalata al cuore...
    mi sono innamorato del tuo modo di scrivere, de tuoi sentimenti... che brutta cosa da dire
  • francesca cuccia il 18/05/2010 18:33
    Intensa, molto bella.
  • Anonimo il 01/05/2010 23:58
    bella, mi è molto piaciuta
  • Anonimo il 19/12/2009 22:25
    Bella, davvero bella
  • Anonimo il 24/08/2009 00:22
    bellissima
  • loretta margherita citarei il 23/08/2009 20:36
    5 stelle ben scritta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0