username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L’Albero e l’uomo

Betulla mi chiamo
linfa è il mio sangue
le foglie capelli
le radici pensieri

se ascolti

il mio respiro puoi udire
non parlo e non odio
amo ogni forma di vita e
percepisco il dolore

l’ombra mia dona freschezza
le mie braccia rifugio
il mio cuore riscalda

mi nutro di terra
e solletico il cielo
il mio luogo è certezza
e per dimora il "tuo" mondo

sono un albero e vivo
piccolo uomo

 

0
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 14/10/2015 16:24
    E lo Pompeo Magno di alloro ti decora per questa tua eccelsa.

6 commenti:

  • Gabriele Nocera il 28/08/2009 23:00
    Bellissima.
  • Vincenzo Capitanucci il 25/08/2009 07:20
    un ritorno alle origini...

    bravissimo Cesarone... sensibilità...
  • loretta margherita citarei il 24/08/2009 18:41
    premiata l'originalità bravo cesarone
  • Anonimo il 24/08/2009 18:05
    molto originale five stars
  • M. Vittoria De Nuccio il 24/08/2009 17:56
    Bellissima... originale.
  • Anonimo il 24/08/2009 17:40
    ode all'albero... alla natura... bellissime immagini... davvero complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0