accedi   |   crea nuovo account

UNO STRANO PASSANTE

Lo lasciarono solo
a guardare il girarrosto dei polli
sul viale delle ombre a riposo
tra la nausea dei cani al guinzaglio
con una digestione a metà

La donna con la gonna corta agli eccessi
diisse posso guardare senza esser fraintesa
è un uomo con desideri diversi
impegnato a raccontare bugie allo stomaco

Gli odori di quegli animali sospesi
nel vortice del calore
che donava grasso alle fiamme
mise fretta ai passanti

È strano come i poveri
hanno l'orizzonte a due passi
con cielo e terra incollati
e sognano la verità
separata da un vetro
e una moneta suonante
disse l'umanista Ciliperti

Replicò lo storico Cimarà
i politici gli hanno stirato il destino
e nel farlo si sono appropriati del sangue
manca la benzina per giungere al traguardo
dei doni promessi

Il vento non tira mai di spalle
per quelli che indietro rimangono
e mischia polvere e fame per gli occhi e la gola
aggiunse uno strano passante
senza nome con un identità
coperta da un cappello a falde larghe

Quel passante ero io
e ora che ho scritto la storia posso aggiungere
che chi ha fame non può limitarsi
solo a guardare
e prima o poi qualche cosa nel peggio farà
-----------------------------------------------------
Da:Parole fredde
www. santhers. com

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • A. Barbara Di Stefano il 29/04/2007 17:55
    ... il contenuto è notevole, la struttura non mi convince.
    Leggerò anche le altre tue opere, mi incuriosisci.
  • Nella Bernardi il 06/04/2007 14:14
    come hai fatto a passare inosservato? il nostro grande santhers, originalissimo, vorrei saper scrivere come te, ciao carissimo, Nella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0