accedi   |   crea nuovo account

L'arrivo

Arrivò dentro l'alba

avevo riposto
in un cassetto
l'ansia copiosa
piegata
accanto al tempo


lei arrivò
inattesa
mi strinse forte
e ci abbracciammo
fu casa
l'abbraccio

dentro gli occhi
sfilava
come una vela
la strada d'una vita
sparsi
in angoli bui
i suoi sorrisi
mai raccolti
nei vicoli
fra i gatti
e tenerezze

solitudini
disegnate sui muri
gocce d'arte
e disperazione
riprendevo con le mani
senza ansia
senza tempo


raccolsi i suoi sogni
tra libri mai finiti
dentro lunghi abiti
di veli e sete

nella borsa
di corda e stoffa
messicana
legai tutti i crucci
strappati all'indifferenza
a fasci
come fili di paglia

fu casa
l'abbraccio.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0