accedi   |   crea nuovo account

Appena sveglio

Gli uccelli cantano, in queste
prime ore di questa nuova giornata
e zompettano da un albero
all 'altro, pronti a sopravvivere
o vivere solamente
sono stupito
la sua mancanza
non mi fa più nessun effetto
è come smettere con una dipendenza
è come crollare in un pozzo profondo
e credere, dopo giorni,
di poter essere salvati.
Ho paura di guardarmi allo specchio.
Ho paura di vedere quell' uomo
che ha amato
quell' uomo pieno di gioia
che ora non la vuole più
Io non la voglio più
Non riesco a cancellare
tutte le bugie e le menzogne
e credo che non riuscirò
mai.
L'orgoglio è un avvoltoio
che scava le ossa della mia carcassa
il mio cuore bucato
da troppe storie senza fondamento
Un piccolo pettirosso
si avvicina alla finestra
lo fisso
lui mi fissa
e poi scompare...

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • loretta margherita citarei il 27/08/2009 05:42
    esperienza vissuta, accade sempre così, non è orgoglio è riappropiarsi della propia dignità, sopratutto quando, chi abbiamo amato,
    è stato bugiardo con noi
  • Anonimo il 26/08/2009 22:57
    Quando in amore non ci si fida più di una persona è difficile amarla ancora come prima!! Ed è vero... dopo un po' ti accorgi che non ti manca... e ti stupisci, non lo avresti mai creduto possibile, tanto l'hai amata prima!!
  • laura cuppone il 26/08/2009 22:57
    l'intensità di questa poesia/riflessione dona spontanee emozioni a chi legge e s'imbatte in un dilemma senza spiegazione.
    Se ami
    Ami e basta
    Non ci sono ragioni
    al principio e "fine" di qualcosa... di qualcuno...

    tu hai Amato?
    qualcuno ti ha Amato?
    dunque?

    conosci la risposta...

    un abbraccio
    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0