accedi   |   crea nuovo account

Arenati

Sotto tracce e stracci,
dipinti d'asciutto pennello
su carta di riso,
alberganti di borghi
e sobborghi rustici.
Rugosi volti presi
in racconti, raccolti
in quotidiani rapporti,
arenati nello scorrer di secoli
tra ruvidi pizzi
di soffi di sabbia
in caotico intarsio.
Del tempo decadenti baluardi
in un quadretto,
solcato da schegge di vento,
che arde di sole.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Chirio Giocoliere del Verbo il 18/03/2010 13:38
    ringrazio vivamente, è il mio quadro di quella meravigliosa terra che è la sicilia.
  • vincent corbo il 18/03/2010 09:10
    Poesia bellissima, con un suono incantevole, molto raffinata.
  • Don Pompeo Mongiello il 09/10/2009 08:51
    Ben fatta
  • giancarlo milone il 28/08/2009 04:20
    molto bella
  • Chirio Giocoliere del Verbo il 27/08/2009 12:02
    grazie, è l'impatto subito da una realtà diversa... il magnifico sud con i suoi abitanti seduti fuori casa in stradine minuscole e pareti di tufo.
  • Anonimo il 27/08/2009 00:08
    originale e ben scritta... complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0