accedi   |   crea nuovo account

A mia madre

Ti guardo, sei silenziosa,
le mani avvolte di rughe,
la fronte corrugata,
arrabbiata,
tesa.
Vorresti sgridarmi
come facevi
quand'ero piccola;
vorresti prendermi a schiaffi,
ma qualcosa,
nell'anima,
te lo impedisce.
Ormai son grande e se sbaglio pago.
Perdonami,
se qualche volta ti ho fatto soffrire,
se spesso non ti ho gettato
le braccia al collo;
perdonami.
E piango.
Ed ecco che il tuo viso
s'illumina,
la fronte si distende
e una lacrima ti bagna le guance.
Mamma, grazie!!

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • M. Vittoria De Nuccio il 27/08/2009 21:49
    Bellissimi versi dedicati alla figura importante... la mamma...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0